top

Le disposizioni contenute nel Dl n. 34/2020 riportano importanti novità riguardanti le detrazioni per interventi di efficienza energetica, di riduzione del rischio sismico e per l’installazione di impianti fotovoltaici e di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.

Ecco tutto quello che c’è da sapere

ECOBONUS 2020

Dal prossimo 1° luglio sarà più conveniente realizzare interventi di riqualificazione energetica in condominio o nelle case unifamiliari grazie al superbonus del 110% introdotto dal Decreto Rilancio, in vigore dal 19 maggio (G.U. n. 128).

 

Le caratteristiche degli interventi

Per ottenere il superbonus 110% è necessario eseguire lavori importanti di riqualificazione energetica degli edifici;

sono stati individuati 3 interventi trainanti per attivare il nuovo sconto:

la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti negli edifici unifamiliari o nelle parti comuni degli edifici e l’isolamento termico con materiali isolanti che rispettino i criteri ambientali minimi.

 

Potranno usufruire del superbonus 110%, congiuntamente ad uno dei maxi-interventi di riqualificazione energetica, anche:

 impianti solari fotovoltaici e sistemi di accumulo

infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici

 infissi e serramenti

tutti gli altri interventi di efficientamento energetico già agevolati dall’ecobonus

 

I lavori devono assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, da dimostrare con l’attestato di prestazione energetica (APE).

SISMABONUS

Dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 sale al 110% anche l’aliquota della detrazione delle spese in zona sismica 1, 2 e 3 per:

i lavori di messa in sicurezza statica delle parti strutturali degli edifici (attualmente agevolati con il sismabonus al 50%);
i lavori che determinano il passaggio ad una classe di rischio inferiore (attualmente agevolati al 70% su case singole e al 75% nei condomìni);
i lavori che determinano il passaggio a due classi di rischio inferiori (attualmente agevolati al 80% su case singole e al 85% nei condomìni).Anche per le spese di acquisto di edifici antisismici realizzati mediante demolizione e ricostruzione (sismabonus acquistiin zona sismica 1, 2 e 3, l’aliquota della detrazione sale al 110%.

 

Per gli interventi di miglioramento sismico, in caso di cessione del credito ad un’impresa di assicurazione e di contestuale stipula di una polizza che copre il rischio di eventi calamitosi, il costo della polizza sarà detraibile al 90%.

SCONTO IN FATTURA E CESSIONE DEL CREDITO

 

Per sfruttare l’Ecobonus al posto della detrazione fiscale, si può utilizzare anche la cessione del credito d’imposta, cioè si può cedere ad altri soggetti un credito pari alla detrazione lorda spettante.

Per esempio, si cede la detrazione ai fornitori che hanno eseguito i lavori ottenendo uno sconto immediato sui costi dell’intervento. Il vantaggio è quello di beneficiare del bonus in un’unica rapida soluzione invece che in 5 rate annuali.

 Contatti

Per maggiori informazioni sui servizi e per verificare la possibilità di accedere ai bonus e alle detrazioni fiscali, invia un messaggio al nostro team compilando il seguente form di richiesta.